Menu

Canne al vento, di Grazia Deledda

In questo articolo ti proponiamo il riassunto di Canne al vento. Canne al vento è la storia della ricca famiglia Pintor che vive in Sardegna, nel gli incontri di efix grazia deledda Galte. Le protagoniste sono le sorelle Ruth, Ester e Noemi. Le tre donne, dopo la morte del padre, hanno subito un collasso economico e vivono in povertà, la loro unica ricchezza è il solo podere che è rimasto loro e che serve a stento per il sostentamento di tutte e tre. Il loro unico sostegno è il servo Efix che si sente legato a tutte e tre a causa di un segreto che crede di conoscere solo lui: Il ragazzo potrebbe rappresentare la rinascita della famiglia ma, in un primo momento sperpera i soldi delle zie e si innamora della povera Grixenda. La vergogna, lo spinge ad abbandonare la casa diventando mendicante. Tempo dopo, Efix fa ritorno nella casa delle Pintor e scopre, con sua sorpresa, che Giacinto ha iniziato a lavorare come mugnanio e ha sposato Grixenda. Canne al vento di Grazia Deledda, il riassunto. Condividi questo articolo con i tuoi amici di Facebook. Ultimi articoli Anno nuovo, qualche citazione contro i temuti "a te e famiglia". Nuovo anno e buoni propositi:

Gli incontri di efix grazia deledda Carolina Colombi – Valentina Dragoni – Maria Lucia Ferlisi E Giulia La Face

Fin da subito il racconto ci presenta queste donne ridotte alla povertà ma ancora chiuse nella superbia di appartenere ad un regno elevato, eppure vivono grazie alla fedeltà assoluta del loro servo che coltiva con amore e dedizione un poderetto per mantenere le donne, le quali tante volte vendono i frutti di nascosto. Forse, dopo aver letto il romanzo, molti lettori avranno come l'impressione che in Sardegna non si va, ma dalla Sardegna si viene. Canne al vento ancor di più che negli altri scritti dimostra come gli esserei umani uomini o donne che siano, non sono altro che canne al vento, quindi assoggettate ad una forza che li rende inermi e passivi di fronte ad una forza più grande che li sovrasta e li dirige, quasi come se fossero dei burattini a cui si tirano i fili. Anche Efix si trova costretto ad ammettere che Giacinto non sta combinando nulla di buono: Contenuti a cura di Associazione culturale VoltarePagina. Ed alla fine un barlume di riscatto, una speranza. Se pur non intenzionalmente, ha causato la morte di Don Zame , il capofamiglia, mentre in preda ad un'ira furibonda, cercava di inseguire la figlia scappata di casa. Ancora nessuna scrittrice italiana ha ricevuto il Nobel. Deledda non ci racconta come fare, sornionamente, lo fa attraverso i personaggi a noi la scelta a quale ispirarci. Il ragazzo potrebbe rappresentare la rinascita della famiglia ma, in un primo momento sperpera i soldi delle zie e si innamora della povera Grixenda. Una nuova catastrofe incombe sulla vita delle sorelle Pintor. Recensioni per tema adolescenza amicizia amore attualità avventura azione bestseller best seller criminalità destino donne editoria famiglia fantasy giallo graphic novel guerra ideali infanzia intervista intrighi ironia lavoro libri mistero morte musica noir poesia poesie politica poliziesco psicologia romanzo saggio sesso sogni spiritualità sport storia thriller tradimenti viaggi violenza vita vissuta.

Gli incontri di efix grazia deledda

Deledda descrive il lato più aspro della sua terra non sono solo attraverso i luoghi ma anche mostrando gli animi umani intrisi di tradizioni arcaiche, gli animi rudi e prepotenti pieni di pregiudizi sociali e su cui impera la divisione di classi in padroni e servi. La comparsa di Giacinto, rimasto oramai orfano, è vista come una fonte di grande imbarazzo da parte delle zie e come una benedizione da Efix, il quale vede in lui un virgulto di rinascita per la casata. Tuttavia, il sentore delle donne dell'arrivo di nuove calamità si rivela un'intuizione. Dentro i paesaggi sardi - protagonisti essi stessi del romanzo - si muove Efix, fedele servo di donna Ruth, donna Ester e donna Noemi, custode di una colpa antica, terribile e secca come la Morte, e testimone involontario e dolente della decadenza delle sue padrone. Efix è un “servo”, un contadino sardo aggrappato con amore all’ultimo “poderetto” posseduto dalle tre sorelle Pintor, nobili e di pochissimi mezzi, chiuse in uno sdegnoso isolamento, lontane dalla nuova società rozza e impertinente dei mercanti e degli usurai.

Gli incontri di efix grazia deledda